Menù di Natale umbro: il gusto autentico delle Feste

Il profumo di brodo e di carne grigliata arriva dalla cucina deliziando l’olfatto. La tavola è imbandita a festa, mentre i commensali si scambiano gli auguri al cospetto dell’albero che luccica di colori. È tutto pronto per il pranzo di Natale, punto massimo del clima conviviale che si respira durante le Feste.

In Umbria ogni città festeggia il Natale con piatti tipici diversi, ma uniti da un filo conduttore che vede come protagonisti piatti semplici ma gustosi, che conquistano davvero tutti i palati.

In questo articolo vedremo come si compone un tipico menù natalizio umbro, fatto di carne, pasta fresca e dolci sostanziosi: un’esperienza dei sensi da vivere almeno una volta nella vita.

Antipasto

Crostini di fegatini umbri

Le gambe sono sotto il tavolo e subito si comincia con un piatto sfizioso: i crostini di fegatini. Si prepara un paté di fegato di pollo con dell’olio d’oliva Umbria IGP, che viene poi spalmato su un letto di pane tostato in forno. Esiste anche una variante “vegetariana” di questo piatto, con la polpa di olive al posto dei fegatini.

Oltre ai crostini, in questa prima fase la fanno da padrone anche i taglieri di salumi e formaggi, veri simboli della tradizione gastronomica umbra.

Primi piatti

Cappelletti in brodo umbri

Anche se i primi piatti umbri cambiano da zona a zona, il 25 dicembre c’è una costante sulle tavole di tutte le famiglie: i cappelletti in brodo di cappone. La pasta fresca, spesso fatta in casa, abbraccia dolcemente il succulento ripieno di carne: un piatto classico che sa di tradizione.

Un altro primo tipico sono gli spaghetti alla nursina, caratterizzati da generose scaglie di tartufo e acciughe, impreziosite con aglio basilico e prezzemolo. Alternative valide sono gli agnolotti al sugo e i mitici strangozzi al tartufo nero di Norcia.

Secondi piatti

Cappone bollito umbro

Nei secondi ritorna il grande protagonista dei primi piatti: il cappone, qui servito bollito. A esso viene spesso abbinata una gustosa grigliata di carne, in particolare di agnello e di maiale.

Non manca, come accade anche in altre regioni italiane, la zuppa di lenticchie (che qui sono le IGP di Castelluccio), consumate insieme alle salsicce in umido.

Ad accompagnare tutte queste pietanze di carne ci pensa la torta al testo, che abbiamo già incontrato nel nostro articolo sui piatti tipici dell’Umbria. Si tratta di una focaccia bianca non lievitata a base di acqua, farina e sale: un’ottima alternativa al pane.

Dolci

Rocciata umbra, un dolce che assomiglia allo strudel

Non è Natale se non ci si può strafogare di dolci: e l’Umbria non fa eccezione, con la sua variegata proposta di dolcezze. I piatti sono preparati con ingredienti sostanziosi e saporiti come pinoli, noci, mandorle, canditi, uvetta, e impreziositi dalle spezie.

Si va dal pampepato – panetto preparato con frutta secca e spezie – al torciglione – dolce secco dalla forma di serpente – alla rocciata, versione umbra dello strudel.

Per approfondire: 6 dolci tipici dell’Umbria che devi assolutamente mangiare

Menù di Natale al Ristorante Garden

Il nostro ristorante, guidato dallo chef stellato Marco Bistarelli, propone piatti tradizionali umbri coniugati agli stili culinari di tendenza. Anche a Natale non faremo eccezione: un menù di carne e uno di pesce per soddisfare tutti i palati. Scopri di più sui menù natalizi del Ristorante Garden.

Condividi