Cosa mangiare in Umbria

L’Umbria non è solo la perla d’arte, cultura e natura che tutti conosciamo, ma possiede anche una tradizione culinaria di notevole ricchezza.

È una cucina che affonda le sue radici nelle famiglie contadine, che mettevano in tavola piatti semplici, ma preparati con prodotti di stagione. Selvaggina, tartufo e pasta fatta in casa erano (e sono) i punti cardine di questa tradizione.

Sarebbe un peccato visitare questa splendida regione senza avventurarsi alla scoperta dei prodotti che la sua terra offre. Ecco quindi una mini-guida sui piatti tipici che devi assolutamente provare durante la tua vacanza in Umbria.

Tartufo

Tartufo nero di Norcia

In qualunque ristorante umbro mangerai, nel menù troverai sempre almeno un piatto a base di tartufo.

Dai crostini, ai primi di pasta, ai secondi di carne, questo ingrediente è utilizzato sapientemente per esaltare il sapore dei piatti o come elemento principe delle pietanze.

Ne esistono diversi tipi, ma quello più pregiato è il tartufo nero di Norcia, con il quale si preparano i famosi strangozzi: un vero capolavoro di gusto. La pasta fatta in casa abbinata al tartufo del territorio dà vita ad un sapore deciso e antico.

Torta al testo

Torta al testo umbra

Nata come alternativa al pane, la torta al testo – chiamata anche caccia – è un cibo ideale per un pasto veloce ma gustoso.

Si tratta di una sorta di focaccia bianca a base di acqua, farina e sale, che non viene fatta lievitare: ciò rende la pasta più compatta di una classica focaccia.

Il nome si deve al “testo”, ovvero una pietra circolare che viene posta nel camino e riscaldata per cuocere la torta.

È l’ideale per essere mangiata come sostituto del pane o come piatto principale, magari farcita con salsiccia, prosciutto, formaggio e rucola.

Salumi tipici

Salumi tipici dell'Umbria

Gli insaccati umbri sono famosi in tutta Italia e nel mondo. Ne esistono davvero di molti tipi, ma quelli più famosi vengono prodotti a Norcia. Da qui infatti deriva il termine “norcineria”, per indicare l’arte di lavorare la carne di maiale per preparare i salumi.

In tutta la regione potrai degustare insaccati di alta qualità, perché le tecniche di produzione sono state affinate nel corso dei secoli.

Da non perdere le salsicce, gli insaccati di cinghiale, il prosciutto di Norcia e un salame dal nome bizzarro ma che merita di essere assaggiato: i “Cojoni de Mulo”. È un prodotto antichissimo, preparato con la carne magra di maiale e al cui interno viene posto un lardello di grasso pepato.

Zuppa di lenticchie di Castelluccio

Zuppa di lenticchie di Castelluccio di Norcia

Castelluccio di Norcia è un piccolo borgo arroccato sulle montagne del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, che purtroppo è stato fortemente colpito dal terremoto del 2016.

Al cospetto del borgo si estende la Piana di Castelluccio, celebre per la fioritura delle lenticchie che ogni anno in estate pennella il paesaggio con colori variopinti.

La lenticchia di Castelluccio è piccola e saporita e si presta a diverse preparazioni, ma la più famosa è la zuppa, preparata in abbinamento a bruschette e olio extra vergine d’oliva.

Questi sono solo alcuni dei moltissimi piatti tipici che potrai assaggiare in Umbria. Alcuni di essi vengono spesso preparati con qualche variazione rispetto alla tradizione: non si tratta di un tradimento verso il passato, ma di una rivisitazione che dà un tocco più affine ai gusti contemporanei.

Il nostro chef stellato Marco Bistarelli ha fatto di questo modo di pensare il filo conduttore del nostro Garden Restaurant, dove i piatti della tradizione si mescolano con le più recenti tendenze dell’alta cucina.

Condividi